Il turismo nel nostro Paese sta aprendo finestre di opportunità nuove. I dati sono positivi e in crescita. Le presenze registrate dall’Ente Nazionale del Turismo si attestano per il 2015 a circa 81,5 milioni, e crescono del 4,4% all’anno. Questo pone l’Italia in vetta alla classifica degli arrivi (5° posto) e degli introiti realizzati (7° posto).

 

Un settore che assume connotati nuovi. Negli ultimi anni il turista sta mostrando esigenze e abitudini diverse: non vuole solo “visitare” un luogo, ma “viverlo”, farne esperienza autentica, immergersi nella sua cultura. E questo lo porta a preferire un alloggio diverso dalle strutture ricettive tradizionali: sempre più persone infatti scelgono di soggiornare presso un appartamento, perché più confortevole e familiare.

Come affittare un appartamento ai turisti in modo efficace e remunerativo? La risposta è semplice: affittare con Airbnb.

come affittare un appartamento

Come affittare un appartamento per brevi periodi: affittare con Airbnb

Ma con gli affitti brevi come funziona nel dettaglio? Affittare con Airbnb, leader tra i siti per affitti brevi, è stata la scelta di oltre 121.000 host solo in Italia, che hanno ospitato ben 6 milioni di persone nel 2016. La prima cosa da fare è registrarsi al sito e creare un account. La procedura si compie di diversi step, nei quali dovrai fornire i tuoi dati sensibili come quelli anagrafici, l’indirizzo email e i contatti telefonici. Una volta compilato il form in tutte le sue parti (compresa la modalità di pagamento preferita), puoi pubblicare il tuo annuncio e iniziare a guadagnare con Airbnb.

Non è un servizio gratuito quello offerto dalla piattaforma. Per sostenere i costi di gestione, Airbnb trattiene il 3% sul prezzo totale pagato dall’ospite per il soggiorno. Puoi verificare la percentuale commissione Airbnb in tempo reale e in qualsiasi momento, accedendo ad un’apposita sezione del sito (vedi “Cronologia Transizioni”).

Come affittare appartamenti in modo sicuro: Airbnb è sicuro?

Prima di iniziare a dedicarsi agli affitti per brevi periodi, un potenziale host potrebbe chiedersi: “Ma Airbnb è sicuro?”. La piattaforma ha implementato una serie di misure proprio a tutela della sicurezza dei suoi utenti. Un esempio è proprio la necessità di comunicare i propri dati sensibili e includere gli account social, così che si è certi di relazionarsi ad una persona reale. Oppure, il metodo di pagamento: non c’è scambio di denaro tra host e guest, ma il pagamento avviene tramite la piattaforma. Inoltre il sistema trattiene l’importo pagato dall’ospite e lo versa all’host solo dopo 24 ore dal check in, affinché tutto vada come entrambe le parti si aspettano. Infine, la possibilità di rilasciare e visionare commenti e recensioni sia sull’host che sul guest permettono di capire se si ha a che fare con qualcuno di affidabile.

Come usare Airbnb e guadagnare con gli affitti per brevi periodi: accedi al sito, compila la registrazione e pubblica il tuo annuncio. Non sai come fare? Ci pensa SweetGuest

Come affittare appartamento ai turisti: scegli SweetGuest

Sei interessato ad affittare con Airbnb il tuo immobile ma non sai come fare? Contatta SweetGuest! Affida a noi la gestione affitti brevi delle tue proprietà e realizza i tuoi guadagni senza preoccupazioni. Chiedi un preventivo gratuito e il nostro team di esperti ti illustrerà tutti i servizi professionali pensati per soddisfare le tue esigenze di host (annuncio, servizio fotografico, accoglienza e assistenza, pulizie). Non perdere l’opportunità di guadagnare subito, di più e senza stress.